Old xHamster
This is a print version of story Spruzzi doppi by myXym from xHamster.com

Spruzzi doppi

Ebbene si, sono un cuckold. Per chi non lo sapesse è quel genere di ragazzo / marito che la maggior parte delle donne cercano, ma dicono di disprezzare. Non ci posso fare nulla, la mia natura è fatta così e mi spinge a far pensieri sempre più perversi con la mia donna. Attualmente sono sposato da circa 3 anni, ma vorrei raccontarvi ciò che è accaduto quando ancora ero fidanzato, diciamo circa 6 anni fa.
A quel tempo ero fidanzato con una ragazza di nome Monica, l’altezza non era il suo forte, ma aveva una boccuccia da baciare e degli occhi blu profondi che, da totale pervertito come sono, ogni volta, vedendoli, mi veniva in mente solo quattro parole da dirle ``Succhia più a fondo!``. Del resto lo potete immaginare, donna dell’est, bionda, tette belle abbondanti ed un culetto a mandolino ormai bello che sfondato.
La mia Mony sapeva il fatto suo seguendo la logica degli uomini. Portava sempre delle calze color carne o nere accompagnate da scarpe ogni giorno più sexy e Dio solo sa quanta sborra hanno visto tra le fessure della suola. Mi ha sempre raccontato tutto del suo lavoro, qualsiasi relazione che aveva a lavoro, anche se per amore non si spingeva mai oltre ad un bocchino sotto alla scrivania o una sega in ascensore. Quando mi raccontava ciò che faceva leggevo nei suoi occhi una sorta di combinazione della serie ``ora dimmi che sono una porca e scopiamo, bastardo!``. Tutto ciò mi faceva eccitare a mille ed ogni volta finivo con le palle svuotate almeno per metà, già, perché la restante la riversavo tutta o sui suoi vestiti, mutandine e calze, o nelle sue scarpe, ovviamente a sua insaputa!
Un giorno mi portò a cena assieme un suo compagno di lavoro, mia moglie e Luca si tenevano ben stretti per mano e ridevano come se io non ci fossi. Mi sentivo bene a pensare che da li a poco, lei si sarebbe ritrovata un regalino da parte sua da qualche parte, e così, con una scusa banale, presi Luca da parte e gli spiegai il mio piano…
Mi ripresi Mony e ci staccammo per andare a ballare, serata intensa, io che me ne stavo al bar a guardare quelle belle tette della mia ragazza a muoversi ed i piedini sempre più sudati nelle sue decollettè nere lucide. Al rientro a casa, Luca chiamò Monica e le disse che aveva bevuto un bicchiere di troppo e stava cercando un posto dove passare la notte, così facemmo capolino al bar dove si trovava e ci ritrovammo dritti nel nostro appartamento.
Monica si diresse in bagno dove iniziò a spogliarsi lentamente, almeno così ho iniziato a pensare dopo averla sentita canticchiare ed io potei finalmente rivolgere a Luca la parola, ora, finalmente da soli. Gli chiesi se aveva fatto tutto ciò che gli avevo chiesto, ossia di tornare a casa e per tutto il tempo fino al nostro incontro notturno guardare i suoi migliori film porno senza mai venire! Diamine non so come ci sia riuscito, erano passate abbondantemente 6 ore dalla nostra cena. Così si tirò giù i pantaloni e mi fece vedere le palle completamente piene di sborra. Ragazzi, erano enormi ed il cazzo talmente tanto dritto che sembrava stesse per esplodere!
Monica uscì dal bagno, si vestì velocemente ed andò a dormire lasciandoci il bagno tutto bello libero e profumato. Con luca prendemmo le decollettè nere che Mony aveva indossato per tutta la notte, ci sistemammo nel soggiorno accanto alla camera da letto e misi su una bella compilation di porno. L’odore che emanavano quelle scarpe era sensazionale! Non puzzavano affatto, il sudore fresco della mia ragazza ha un odore talmente tanto particolare da far eccitare chiunque al solo sentore. Ci dividemmo le scarpe ed andammo avanti per almeno un ora intera a vedere tutti quegli amplessi sula TV e con le scarpe della mia dolce metà in mezzo alle gambe o riverse sul viso. Controllando più approfonditamente le scarpette, Luca si era anche accorto che c’erano delle piccole macchie in concomitanza alle dita di Mony, iniziammo così a leccarle a fondo, io la destra e lui la sinistra. Continuammo per almeno altre 3 ore, le mie palle stavano implorando pietà e non volevo immaginare quanta sborra si era formata in quelle del mio amico! Ad un tratto vidi il cazzo di Luca drizzarsi come non mai e, senza dirmi nulla, prese la scarpa che avevo sul viso e si diresse in camera da letto. Io per non svegliare Monica non gli dissi nulla, vidi soltanto lui che appoggiò le scarpe accanto al viso del mio amore e non feci in tempo ad accendere una lampadina che Luca inizia a riempire suola, tacco e viso di Mony con il suo sperma. I primi tre schizzi finirono dritti sulla suola destra e sul tacco sinistro delle scarpe, mentre il terzo ed il quarto finì sul viso di Mony. Sentendosi il viso bagnato, lei iniziò ad aprire gli occhi, e mentre Luca stava preparando un quinto schizzo, vidi la bocca della mia ragazza aprirsi, forse per errore ed accogliere tutta la sborra calda! Dopo qualche urlo di spavento, Mony si rese conto della situazione, ma fece sprecare gli schizzi di sborra sulle coperte. Le palle di Luca sembravano essere svuotate solo per metà, mentre le mie erano ancora belle cariche, così mi unii allo spettacolo e mentre Mony prese le scarpe e con una mano iniziò ad agitare il cazzo di Luca per farlo svuotare del tutto, io le spinsi la testa sul mio cazzo fino a quando sentii un bruciore salirmi dalle palle e sfociare dal mio buchetto del cazzo… Sborra a schizzi bianchi e limpidi incrociati con quelli di Luca che continuavano ora a colpire il viso e i capelli di Monica.
Dopo qualche minuto di break ci facemmo dei selfie e li postammo su un sito porno dove eravamo iscritti.
L’indomani Monica tornò dal lavoro e mi disse: <<Siediti amore ed inizia a farti una sega, sai, dopo ieri sera mi era proprio venuta la curiosità di vedere come ci stava il cazzo di Luca nella mia figa!>>
Story URL: https://xhamster.com/stories/spruzzi-doppi-762224
Comments 0
Please or register to post comments