This is a print version of story Grazie mamma e papà per la punizione 2 by alex1983 from xHamster.com

Grazie mamma e papà per la punizione 2

Storia trovata su internet

La notte dopo quel breve gioco del dottore dormii male, ero preoccupato che mia sorella si fosse pentita e che il giorno dopo non avrebbe più voluto continuare. fortunatamente mi sbagliavo, il suo nervosismo nei confronti dei nonni e il fatto che diventava rossa ogni volta che ci guardavamo mi faceva capire che aveva la stessa voglia. Finalmente alle tre e mezzo del pomeriggio i nonni uscirono per il solito giro di visite e si levano dai maroni e rimanemmo soli, lei corse in bagno e poi mi raggiunse nella camera da cui si poteva controllare l'entrata e mi disse "Buongiorno dottore, dobbiamo continuare la visita, ieri mi ha controllato sopra, oggi facciamo sotto?" Io le risposi che sopra non avevamo affatto finito e la visita andava fatta per bene, lei sorridendo si levò maglietta e reggiseno e mi ri offrì quelle tettine meravigliose, io ripresi ad accarezzarle e a succhiargliele e lei a respirare forte come aveva fatto il giorno prima, è particolarmente sensibile ai capezzoli, terminata la visita di sopra, eccitatissimo, le feci togliere scarpe e gonnellina, dissi di coricarsi sul letto e le sfilai io stesso le mutandine, quando avevamo giocato qualche anno prima aveva un bel triangolo di pelo, rimai sorpreso, eccitato e anche un pò ingelosito pensando che lo aveva di sicuro fatto per il fidanzato o addirittura che fosse stato lui stesso l'autore, vedendo che al posto di quel triangolo c'era solo una sottile strisciolina di pelo e per il resto era completamente depilata, mi chiese se mi piaceva dissi che mi fa impazzire ed era vero, anche se gliela avesse rasata il ragazzo, in quel momento ero io che stavo per giocarci.
Gliela sfiorai con le dita, era già bagnata, la mia prime e unica esperienza sessuale, prima di quel momento me la stavo facendo con un'amica di mia madre che mi doveva darre ripetizioni scolastiche e invece mi ha insegnato altro, motivo per il quale sono ero bocciato ed ero li. Dovrei ringraziarla anche solo per quello ma ho un altro enorme motivo per esserle grato e che scoprii proprio quel giorno e che invece prima mi pesava molto, il motivo per il quale aveva deciso di cambiare la materia da insegnarmi era che il marito considerava preliminari il metterglielo in bocca e fare l'amore il paio di minuti in cui la scopava lasciandola poi a doversi masturbare da sola per venire. Quindi io per riuscire ad avere il mio momento di gloria e cioè le prime scopate ella mia vita, con tutto che duravo molto di più del marito, dovevo occuparmi del suo piacere lavorandola con dita e lingua tanto a lungo che mi faceva male ogni volta la bocca.
Fortunatamente per me, il ragazzo di mia sorella doveva essere della stessa scuola del marito dell'insegnante e lei non era preparata a tanta abilità, così ad un certo punto mentre la sditalinavo e davo colpetti con la lingua al suo grillettino e lei ansimava, fremeva e aveva sfatto il letto tirando le lenzuola verso di se, lanciò un grido e mi diede uno schiaffo per allontanarmi dalla fica e si mise in posizione fetale ancora scossa dalle contrazioni dell'orgasmo, io anche in quel caso grazie all'insegnante sapevo cosa fare, mi sdraiai a fianco a lei e la abbracciai accarezzandole i capelli e dandole bacietti sul collo cullandola dolcemente, lei mi disse prima "Wow" e poi "che cazzo sei!" la coccolata ancora per un pò godendomi il momento, poi si tirò su e andò in bagno, quando tornò si era rimessa la maglietta e la gonna, io ci rimasi un pò male ma lei, capendo cosa pensavo mi disse: "ora ti devi spogliare tu e se tornano devi correre in bagno a vestirti, io invece apparentemente sono a posto, comunque lei continua ad essere a tua disposizione, le mutandine non me le rimetto, dai su! Via scarpe e calzoni, ora il medico sono io!"
Mi tolse gli slip e mi disse sorridendo: "Anche tu sei cresciuto fratellino!" mi accarezzò il cazzo facendomi provare sensazioni incredibili, io me le assaporavo con gli occhi chiusi, ad un certo punto si fermò, io aprii gli occhi, lei era rossa in volto e mi disse: "non voglio che tu pensi che io sia troppo porca! Io pensavo come visita di farti una sega e basta ma dopo qquello quello che hai fatto tu per me è troppo poco!" le risposi "Mi è piaciuto farlo, e mi piacerà qualunque cosa tu farai quindi fai solo quello che ti senti di fare!" Lei mi sorrise, si chinò e me lo prese in bocca, Mi sentii in paradiso, era il mio primo pompino e me lo stava facendo mia sorella, non poteva esserci niente di più bello, solo un pensiero arrivò a disturbarmi e cioè pensare che quella cosa meravigliosa che stava facendo a me la faceva anche a quel coglione del fidanzato, però riuscii a scacciato pensando che in quel momento ero io il fortunato a cui lo stava succhiando meravigliosamente accarezzandomi le palle e pochissimo dopo schizzai nella sua bocca e sul suo viso tutto il mio piacere, mentre lei correva in bagno a pulirsi guardai l'ora, era passata solo un ora, ne avevamo altre tre a disposizione per continuare a giocare.


Story URL: http://xhamster.com/user/alex1983/posts/137297.html