Il viaggio di Valentina e Luca - Sesta parte

Wrooooooom wroooooom il motore gira regolare, 140 all’ora.

L’autostrada correva, Luca guidava con due occhiaie da paura… passiamo proprio in questo momento tra la Ferrovia a destra e il Parco Fluviale del Tevere a sinistra.
Luca – “ Guarda Valentina…a sinistra il Lago di Alviano…”
Io - “Si Luca…ma al prossimo Autogrill fermati che dormi un p’ò…Promesso ? “
Luca - “ Si va bene Valentina…sono stanchissimo, mi stai stremando in quasti giorni…”
mi riaddormento nuovamente ….
Mi sveglio nel di colpo e noto che Luca si era fermato, guardo l’orologio del cruscotto e vedo che sono le 2:30, sono raggomitolata sul mio sedile e senza scarpe ai piedi.
Io – “Dove siamo ? “
Luca – “ Siamo nel piazzale dell’ Autogrill “ Giove ovest “ all’ altezza di Attigliano tra i due ponti sul Tevere
Luca - ” E’ gia 3 ore e mezza che dormiamo vieni a prenderti un caffè ? “,
Io - “No, se no poi non dormo più..vai pure ma lasciami le chiavi dell’ auto che dopo vado a far pipì”
Luca - “ Tira dentro le mutande di Elisa, che se no le vedono e le rubano, poi cosa le riportiamo…? ”
Io – “Anche se le rubano non si incazza…perché gli ho lasciato le mie… e sarà felicissima di indossarle ….”
Luca mi dà un tenero bacio e poi esce dall’auto
Io chiudo l’auto dall’interno e mi appisolo ancora per qualche minuto … apri gli occhi e sento nel mio pancino un bisogno forte di andar in bagno, alzo la testa guardo attorno e vedo fuori nel piazzale diversi camion parcheggiati intorno alla nostra auto.
Infilo le scarpe con i tacchi e scendo dall’auto, chiudo, mi guardo nuovamente intorno..vedo che siamo un po’ distanti circa 50 metri dal edificio dell’autogrill e sinceramente non ho voglia di andare fin laggiù per andare nei Wc perché sono ancora assonnata… tanto devo solo far pipì … , mi sposto un po’ più in là verso la recinzione dell’ autogrill mi infilo tra un camion e un auto parcheggiati.
Alzo la gonna, sono ancora assonnata.. la tiro su oltre i fianchi e metto le mani ai fianchi per infilare i pollici nelle mutande…ma non le trovo… ricordo…e penso ad Elisa con addosso le mie mutande…la cosa mi eccita… allora infilo la gonna nella cintura a destra e sinistra per farla stare ferma su e non farla cadere esattamente come la teneva lei …
Il bianco delle mie chiappette risplende al chiaro della luna … guardo in giro e non vedo nessuno anche se mi stuzzica l’idea che qualche camionista mi possa osservare...
Mi appoggio ad una Thema alla mia destra per non cadere mentre mi accovaccio ma nell’ appoggiami mi spavento quasi perché l’auto si muove leggermente… ritraggo la mano, mi muovo il meno possibile per non essere notata e guardo all’interno dell’auto.
Dentro una ragazza era tutta intenta con in bocca sull’ uccello del suo uomo.. sdraiato sul sedile del guidatore ribaltato… mi abbasso un pochino e guardo ancora dal finestrino posteriore, la ragazza continua leccandolo e succhiandolo avidamente mentre con l’altra mano con cui lo tiene lo mastruba…un fremito scorre dentro di me un po’ la curiosità di ass****re, un po’ la paura, un po’ l’eccitazione e l’essere con la gonna alzata completamente e la figa all’aria… La ragazza mostrava di saperci fare..lo masturbava forte per 3-4 secondo …poi abbassava la mano teneva stretto l’uccello alla base e poi di colpo affondava la bocca prendendolo oltre metà stava l’ premuta per un paio di secondi e poi pompava lentamente aumentando il ritmo per una decina di secondi… ripeteva questa sequenza ciclicamente…l’eccitazione saliva in mè…il mio cuore batte forte, mi infilo una mano tra le coscie…ed inizio a passarmi le dita sulla fessura ; il ragazzo ogni tanto la ferma, la fa alzare e respira a fondo più volte… lei con la bocca libera, guarda l’uccello del suo uomo che sembra scoppiare..poi lecca via ,alla base, la saliva che cola lungo l’asta del membro….poi riinizia a masturbare e poi pompare…Poi lei si siede bene sul suo sedile, appoggia le gambe aperte sul cruscotto, lui le sale sopra e inizia a penetrarla, io ormai sono un lago…mi infilo 2 dita dentro… appoggio nuovamente la mano sull’auto..e sento il loro ritmo con l’auto che si muove su e giù… seguo lo stesso ritmo con le mie dita che spingo fino in fondo alla mia fighetta… “continuo con loro” allo stesso ritmo dentro e fuori, dentro e fuori…lui la penetra a colpi possenti…sento i mugolii di Lei….ho una voglia matta anche io di essere posseduta !! ad u tratto sento dietro di me un fruscio… mi giro e vedo dietro di me a breve distanza un giovanotto … mi sta osservando lì quasi completamente nuda che mi masturbo… anche lui sta facendo lo stesso è li con il suo uccello in mano… il cuore mi balza in gola, non mi muovo per paura di essere scoperta..dò uno squardo in giro e intravedo Luca che all’interno dell’ autogrill che guarda la merce esposta tra gli scaffali…l’averlo visto mi rassicura, e poi posso sempre correre via…faccio il segno al ragazzo di stare zitto..mi fa cenno di si col capo e anche lui allunga il collo per guardare la coppia in auto. Io tengo un occhio sulla coppia e l’altro sul giovanotto che continua a mastrurbarsi…il suo uccello cresce diventa sempre più grosso…allora anche io continua a sditalinarmi con vigore… la ragazza dentro all’auto si gira e fa mettere sotto lui…ora può dominare lei !!! Il giovanotto si avvicina un po’ di più a me, mi giro lo guardo in faccia e mi assicuro che si comporti bene…il suo cazzo è molto simile a quello di Gigi con una bella cappella… ripenso a lui e alla sera precedente. Noto che la ragazza dentro ogni tanto guarda dalla mia parte, allora abbasso un po’ la testa esponendomi verso l’indietro col mio culetto…tutto ad un tratto sento un asta calda appoggiata sulle mie chiappe del culo !!! Allora sussurro”Sssssss..!!!” e vedendo che non ce la fa più (ed io ho una gran voglia di uccello ! ) glielo prendo in mano con la sinistra e comincio a masturbarlo velocemente… mmmm…ce l’ha veramente grosso e bollente….spero dentro di me che non venga subito… mi piace sentirmelo in mano e me la riscalda…
I due nell’auto ovviamemente ci vedono… (o forse ci avevano già visti..) ci guardano e decidono di uscire allo scoperto… aprono la porta dal lato della recinzione, lui scende..Io non volevo passare per una “guardona” per cui prendo per mano il giovanotto e vicino a loro mi do da fare col giovanotto menandoglielo più velocemente sempre con la sinistra e facendomi toccare le tette sotto la maglia…i miei capezzoli erano turgidi ..e così mentre anche la Lei guarda, si siede sul sedile passeggero con la portiera aperta,i piedi appoggiati sull’asfalto e la testa fuori dall’auto verso di me , il suo uomo in piedi glielo infila nuovamente in bocca … Lei è una bellissima ragazza, alta, magra e con i capelli rossi mossi fino alle spalle …stavolta è proprio a mezzo metro da mè..ha le labbra carnose e vedo che succhia che è un piacere… io con mano sinistra sempre più velocemente il giovanotto che sembra scoppiare mentre lui mi tocca le tette, il culo e mi massaggia la Micia bollente…i miei umori mi colano… e il giovane ci infila un dito dentro… la ragazza toglie l’uccello dalla sua bocca e mi sorride, poi prende la mia mano destra …e l’accompagna sul cazzo del suo compagno… ho due cazzi uno per mano..e li muovo insieme…poi la ragazza prende il polso della mia mano destra che masturba il suo uomo e la tira verso la sua bocca…capisco subito cosa vuole..lei rimane ferma e respira con la bocca aperta …ed io masturbo il suo lui con la cappella ad un paio di cm dalla sua bocca… ogni tanto estrae la lingua e la muove ed io glielo dò giusto un paio di secondi per insalivarlo …poi aumento forte il ritmo di movimento su entrambi gli uccelli….sento il cazzo del giovanotto avere delle contrazioni… e di colpo gode infilandomi completamente due dita andando ad eplorare il fondo della mia figa caldissima … sento sulla mio chiappa sinistra schizzi caldi a grosse fiotte del giovanotto , che mi colano poi lungo la mia gamba fino al ginocchio..…mollo l’uccello del giovane e continuo concentrandomi sull’ altro sbattendo forte con la mano destra e con la sinistra trattengo Lei per i capelli tenendola alla distanza che voglio io senza che lo tocchi … Lui irrigidisce la gambe, vedo la cappella che si gonfia…io stringo più forte l’uccello alla base….sento le sue pulsazioni di piacere …e quando sento che lo sperma dentro che và in pressione, rallento la presa .. gli infilo solo la cappella nella bocca …1..2….3….4…..5…..schizzi forti la riempiono…non mi fermo…Lei cerca di deglutire, non respira…io con la mano sinistra la tengo contro che non si tolga..con destra continuo a sbattere , Lei allarga di più la bocca attorno all’ uccello per respirare… passa un po’ di aria… esce un po’ di sperma dalla bocca che va sulla mia mano… io la tengo ancora con la testa spinta , lei deglitusce un paio di volte … poi mentre fa fuoriuscire un filo d’aria… si formano anche delle piccole bolle di sperma e saliva, tutto fuoriesce tra la mia mano che sbatte e le sue labbra, gocce e fili..cadono sui suoi piedi e le mie scarpe.. la faccio respirare ancora e poi lei deglutisce ancora…ora è più rilassata…….., sento che sta muovendo anche la lingua attorno all’uccello, sento …. le sue labbra bagnate, che si ingrossano al passaggio circolare della lingua,contro la mia mano che stringe ancora sull’ uccello.
Il giovanotto che era venuto per primo, si riveste e sale sul camion appena dietro a noi..io mi tiro giù la gonna…e mi risistemo.
E dico - “ è ’ stato bellissimo !! ..io mi chiamo Valentina“,
Lei risponde - : “Si anche per mè…fantastico io mi chiamo Angela”
Mentre parliamo arriva Luca che capisce la situazione…e dopo aver salutato la coppia, vedendomi eccitata mi prende per i fianchi e mi risolleva le gonna…e lo tira fuori..io metto una mano dietro e sento che ce lo aveva già duro…l’aiuto ad infilarmi alla pecorina.. mmm ne avevo proprio bisogno !!!
Io appoggio le mani sulla Thema della coppia e Luca, mi prende con vigore…in modo da saziare la voglia matta che era cresciuta in me…la Thema riprende ad ondeggiare……e il camionista, proprio nel momento culminante del mio orgasmo, accende il camion e poi mentre Luca sta venendo dentro di me accende gli abbaglianti illuminando a giorno la scena… il tutto finisce in un piccolo applauso e il Fiuuuuuu Fiuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu del treno che passa ……….alcuni pendolari che fanno Ciao-Ciao dai finestrini del treno…

Poi risaliamo di corsa nella nostra auto … io ero tutta sudata, accaldatissima e bagnata…partiamo di corsa con la macchina….io apro il finestrino per respirare meglio….Luca mi dice …- “ Che porcellina che sei Vale !! “ .
Dallo specchietto vedo un camionista che rotea in alto un paio di mutande e grida
- “ Signorinaaaaa…..dimentica le MUTANDEEEEE..!!!!! “
Mi giro indietro cercando di capire meglio……
Io - “ Azzz….Luca.. !!! Le mutande di Elisa ….perse….per Sempre…!! “
Luca - “Certo che queste vacanze stanno prendendo un ottima piega…..!! ”
Io – “Si, si Luca ….che bello …una vacanza indimenticabile..emozioni fortì “
83% (5/1)
 
Categories:
Posted by xmerlo
4 years ago    Views: 924
Comments (1)
Reply for:
Reply text
Please login or register to post comments.
1 year ago
Ma perche non le cancellate queste cagate pazzesche sono inserite da due anni hanno un commento ogni sei mesi..........e sono sempre fra i preferiti o sotto i correlati....ma cancellate questa storia lunga come la quaresima.........Ma chi se ne frega di Valentina e Luca....VOTATE GENTE IO QUESTO MESSAGGIO LO INSERISCO DALLA PRIMA ALL'ULTIMA PARTE..ogni volta che cerco qualcosa escono loro...cosè un Virus ????