Tina, la parrucchiera


Ho conosciuto mia moglie Anna sulla riviera adriatica, alloggiavamo nel medesimo albergo, lei con sua sorella Tina (Albertina), ed io con altri due amici e vuoi perchè venivamo dalla stessa provincia, o perchè avevamo più o meno la stessa età, stà di fatto che passammo le vacanze quasi sempre assieme.

Una volta rientrati in città continuammo a vederci, anzi, personalmente corteggiai, ed anche abbastanza assiduamente Tina, senza successo però, in quanto era ancora "cotta" di Alfio, un suo ex.

Da allora sono passati più di vent'anni; con i vecchi amici ci si sente solo per Natale o poco più; io e Anna ci siamo sposati, abbiamo un figlio che è quasi sempre all'estero per motivi di studio e abbiamo costruito una bella casetta.

Anche Tina si è sposata, non con Alfio, ma con Sergio; Sergio è un bravo professionista, che ha molti hobby ed è un ottimo " far da sè": conclusione!? ....Tutto nella normalità della vita!

Quelle vacanze di tanti anni prima però vengono spesso ricordate; ed in particolare da mia cognata Tina, che non perde occasione per dire di aver sbagliato a non accettare la mia corte di allora, infatti spesso dice che avremmo dovuto sposarci io e lei, perchè così sarebbe stato tutto molto più completo e sessualmente eccitante!

La sua lamentela non è solo dovuta alla comprovata teoria che: "il prato del vicino è sempre più verde!", anche se effettivamente devo ammettere che qualche volta anch'io rimprovero la limitata disponibilità di mia moglie a fare sesso.

E' pur vero però che Tina da sempre lamenta questa particolare insoddisfazone, che si è trasformata in un preoccupante malumore gia da diversi mesi.

La situazione sembra essere precipitata dopo che Sergio si è fatto operare di ernia al disco circa un anno fa, anche se personalmente ritengo che quest'ultimo particolare sia del tutto insignificante.

Le due sorelle gestiscono un negozio di parrucchiera, stanno quindi assieme per quasi tutto il giorno, mia moglie quando ritorna a casa spesso si lamenta con me delle brutte figure che gli fà fare Tina con la clientela, con i suoi continui piagnistei e lamentele nei confronti di Sergio, dicendo, che non sà usare neanche un vibratore e altre cose del genere, e spesso conclude affermando che presto o tardi si farà scopare dal primo venuto!

Personalmente cerco di non farmi coinvolgere, anche se più o meno velatamente mi viene chiesto dalle due donne di dare consigli a Sergio; al quale tavolta scherzando e ridendo gli ho anche accennato al viagra, o all'utilizzo di altri stimolanti.

Ma quando mia moglie mi ha "imposto" di parlargli seriamente; altrettanto seriamente Sergio mi ha risposto:.... che era stato dal medico!.. Dall'urologo!.. Dall'andrologo! ..Che il viagra lo aveva preso,.. ma che;.. non solo nessuno gli ha proposto o gli ha trovato una soluzione;.. ma anche, che purtroppo non ha avuto alcun beneficio da nessun farmaco, e che purtroppo non ha avvertito neanche l'insorgere di una benchè minima voglia,.. neppure con l'aiuto di stimolanti erotici e pornografici!

Ha quindi ammesso che Tina ha tutte le buone ragioni per lamentarsi; che tra loro ne hanno gia parlato,.. e che lui la lascia libera di comportarsi come meglio crede;.. l'unica cosa che le chiede è un minimo di comprensione,.. di rispetto,... di criterio e di prudenza.

Quando ho riportato questa risposta ad Anna, questa mi ha detto di non dire nulla a "quella vacca"... perchè altrimenti si mette subito a gambe aperte.

Vacca!.. Puttana!.. Stronza ed altri termini offensivi vengono usati abitualmente da mia moglie nei confronti della sorella più o meno in continuazione e tutti i giorni; e sempre a causa dell'insoddisfazione di Tina e del suo comportamento.

Ultimamente il "problema" è il rappresentante di cosmetici che la corteggia spudoratamente!

Lascia che se la scopi!.. Gli avevo risposto poco prima quando era tornata più incazzata del solito.

Stronzoo!... Quello è uno sfascia famiglie!.. Un bastardo figlio di puttana succhia-soldi!

Mi ha detto piangendo mia moglie;.... ho cercato di consolarla abbracciandola, e dicendole che sua sorella dopotutto non era una bambina, e che aveva un marito; mi ha interrotto in malo modo urlando: quella è una puttanaa!.... Mi ha detto che oggi lei vuole chiavare!.... Che viene qua e te la sbatte sul muso!... Che se non la scopi tu la molla al primo che incontra!..... Quella è una troiaaa!!!

Cercai di buttarla sul ridere dicendo: allora non c'è problema! io.... ci stò!..

Cretinoo!!..........Quella vacca alle quattro è quà!.......... Arrangiatevi!

Alla fine del pranzo, dopo aver mangiato quasi in silenzio, sentii che telefonava dalla camera.

Quando tornò in soggiorno notai dagli occhi rossi che quasi certamente aveva pianto,

mi guardò a lungo prima di dirmi:... saranno qua verso le quattro; Sergio và in montagna a dipingere le imposte della casa, io vado dalla Maria che deve darmi delle piantine, detto questo si girò ed uscì.

Mille volte avevo sentito Tina dire che sarebbe stato meglio ci fossimo sposati io e lei, o dire battute sul cambio dei mariti, oppure chiedere a mia moglie,sia pure in tono scherzoso, di prestarmi un pò a lei visto che venivo usato così poco.

Data l'amichevole famigliarità che vi era tra noi frasi più o meno allusive erano sempre state dette, ma ora sembrava non essere più un gioco.

Una scampanellata conosciuta mi ha sorpreso riportandomi alla realtà, sono andato nell'ingresso e ho aperto il cancelletto di strada.

Sergio mi stava salutando con la mano mentre risaliva in macchina.

Tina dopo aver rinchiuso il cancello è venuta verso la casa, ciao mi ha detto, mentre mi scostavo per farla passare; non c'è Anna?.. Sono qua!.. Ha risposto mia moglie, mentre saliva gli ultimi gradini dello scantinato, passo tra noi due dicendo: vado dalla Maria a prendere delle piantine, resterò fuori un paio d'ore!.. Si è fermata sulla porta, girandosi lentamente e guardandoci a lungo ha detto: mi raccomando fate in modo che non ci siano casini!

Poi si avviò lungo il sentiero.

Dopo essersi rinchiusa il cancelletto alle spalle e senza voltarsi ha sollevato una mano in un gesto di saluto.

Tina mi girava le spalle guardando fuori, le ho posto le mani sui fianchi avvicinandomisi tanto da sentire le rotondità del suo sedere premere contro il mio inguine, chinando leggermente la testa verso la sua, le ho detto: credo proprio che bisognerà farlo!

E' rimasta un poco ferma come a godere il cazzo che le diventava duro contro le chiappe, poi ha sbuffato lievemente abbassandomi le mani dai sui fianchi, e mentre si girava per entrare in casa ha detto:.. ma io lo dicevo così per scherzo!

La seguii chiudendomi la porta alle spalle, si era fermata nell'ingresso e quando le misi le mani sulle spalle spingendola leggermente verso la camera non si oppose se non con dei deboli: stà buono!.... Dai stà buono!.... Scherzavo!

Arrivata contro il letto sembrò rifiutarsi con vigore:

No!!.. No basta così!.. Non voglio!... Si era girata, la tenevo per la vita con le mani appoggiate sui fianchi, non potendo indiettreggiare mi aderiva contro e sicuramete sentiva sulla pancia il mio cazzo duro.

Quel suo rifiutarsi mi aveva un pò bloccato;.. fammi vedere almeno queste! Le dissi, mettendole le mani sui seni.

Tina ha un paio d'anni meno di Anna, ma ne dimostra molti di meno, grazie forse anche al fatto di non aver avuto gravidanze, oppure di frequentare spesso la palestra, per quanto riguarda al seno poi aveva fatto qualche piccolo ritocco ultimamente.

Mi sorrise squotendo leggermente la testa mentre gli alzavo la maglietta, ma sollevò docile le braccia per farsela sfilare, continuo a sorridere anche quando l'abbracciai cercando di slacciarle il reggiseno dietro le spalle, lascia fare a me disse togliendoselo e ridendo del mio maldestro tentativo.

Si lasciò palpare le tette compiaciuta dei miei complimenti, l'abbracciai nuovamente e mentre cercavo di abbassarle la lampo della gonna e di baciarla, si ritrasse allontanandomi con forza.

No!. La lingua in bocca no!.. Potrai mettermi il cazzo in fica o nel culo, ma la lingua in bocca no!

Alzò leggermente la mano destra "solennemente" e disse ridendo: L'ho promesso!

Mi spinse leggermente indietro, ora fammi vedere il mostro disse, mentre si toglieva gonna e mutande ed aiutandomi ad abbassatre i pantaloni.

Cazzo!.. Quanto sei bello!.. Esclamò standomi inginocchiata davanti; quanto tempo è che non ho un cazzo duro tra le mani!

Così dicendo se lo mise in bocca delicatamente baciando e succhiando la cappella,come per assaporarne il gusto.

Dai mettiti qua! Disse alzandosi di s**tto e costringendomi a coricarmi sulla sponda del letto, mi guardava estasiata l'uccello, sai, sono due anni che non mi sento un cazzo veramente duro tra le mani, quella vacca di mia sorella mi fà la guardia come un mastino, adesso però mi godo il suo osso, così dicendo si mise a ridere, si chinò e imitando l'ingordigia di un cane prese a succhiarlo, ingoiandolo tutto e mordendomelo.

Le allungai la mano tra le cosce, che allargò leggermente facendosi penetrare facilmente in figa dal mio dito tanto era bagnata, spinsi con forza la mano verso l'alto e quasi subito avvertii le contrazioni dell'orgasmo.

Smise di spompinarmi, dicendomi di spostarmi verso il centro del letto, e mentre mi montava sopra disse: adesso tu stai buono! Fatti godere!.. Voglio il cazzooo!!!! Quasi urlò mentre se lo infilava in figa impalandosi, era calda, e accogliente, ed era uno spettacolo molto eccitante il solo vederla mentre se lo godeva.

Si muoveva lentamente con la bocca semi-aperta e mentre squoteva leggermente la testa continuava a ripetere: non si puo!.. Non si puo tenere una fica senza cazzo per tanto tempo! Non si può!!!

Senti!.. Senti come goodo!... Stò sborrando come una vacca!..., ho un orgasmo continuo!,,, sentiii...!!!

No!!.. Tu non venire!... Porta pazienza, mi disse, la prossima volta facciamo festa al tuo cazzone, ma ora fammi godere ancora un pò!

Diceva così, mentre continuava a stantuffarselo dentro sempre più veloce e in modo sempre più scomposto.

Poi quasi di colpo si fermò; aveva la bocca aperta e ansimava forte con profondi sospiri, mentre un filo di saliva le usciva dalla labra, se lo leccò sorridendomi mentre mi diceva: Non ne potevo più!.. Dovevo Svuotarmi!.. Questa chiavata mi ci voleva proprio!

Vienimi dentro! Fammi sentire il cazzo che mi scoppia nella pancia!

Così dicendo si era sfilata il cazzo e si era posizionata alla pecorina, tenendosi con le mani alla testiera del letto.

Quando mi posi dietro di lei ero molto eccitato, impugni il cazzo passandolo più volte nello sbrago delle grandi labra prima di infilarglielo lentamente in fica godendo del morbido calore nel quale il cazzo sprofondava avvolgendolo, appoggiai la mani sui suoi fianchi quasi ad aggrapparmi per dare più spinta ai miei colpi, le sue incitazioni a sfondarla, a spaccarla aumentarono la mia eccitazione che mi portò presto al piacere e dovetti trattenermi dall'urlare, mentre con un pulsare quasi doloroso le pompavo in fica tutto lo sperma che avevo.

Eravamo in soggiorno quando tornò Anna; sono arrivata!.. La sentimmo gridare mentre apriva la porta.

Maria mi ha dato dei bulbi anche per te, disse rivolta alla sorella, mentre passava davanti alla porta del soggiorno andando verso il bagno, grazie è stata gentile gli rispose Tina, mentre ci si guardava tra noi un pò perplessi.

E forse fù per questo che quando la sentimmo gridare: Stronzi!... Bastardi figli di puttana! Ci alzammo di s**tto dal divano piuttosto preoccupati.

Siete degli stronzi, ripetè incazzata comparendo nel vano della porta.

La prossima volta abbiate almeno il buon senso di rifare il letto!

Ma subito si calmò, e con voce normale disse: comunque sia chiaro che la prossima volta voglio "giocare" anch'io!

Poi mi si avvicinò seria, mi si pose davanti, mi diede una piccola spinta facendomi sedere sul divano, alzò una gamba appoggiando il suo piede sulla mia coscia, con la mano sinistra sollevò la gonna, mi mise la mano destra dietro la nuca e spingendomi il muso tra le sue cosce mi ha detto:

D'ora in avanti di figa ne dovrai mangiare e parecchia!.... Ne mangerai tanta da fartene fare indigestione!...

83% (9/2)
 
Categories: AnalFetishHardcore
Posted by willy7880
1 year ago    Views: 1,557
Comments (1)
Reply for:
Reply text
Please login or register to post comments.
1 year ago
molto bello