senza ritegno.

Vi racconto questo episodio di tre anni fà , Sono un imprenditore 45 enne, e dovendo andare in Marocco per acquistare dei tappeti , mia mogliedi 40 anni mi ha chiesto di accompagnarmi . Atterrati a Marrakech siamo andati subito nel Riad prenotato che si trovava all’interno della Medina. Io e mia moglie Sissi ( che e’ una bella bruna alta , molto dolce, e molto sensuale) ci siamo immersi nel souk con i suoi mille colori e mille profumi alla ricerca dei tappeti. Girando ci siamo fermati in un negozio di quelle “cianfrusaglie “ che piacciono alle nostre mogli, quando Sissi leggendo la pubblicità di massaggi presso quello stesso negozio mi chiese se poteva farlo,

io un po’ titubante per le condizioni igieniche che prevedevo pessime risposi che non sapevo se fosse stato il caso di farlo, ma il marocchino proprietario del negozio con cui nel frattempo eravamo entrati in confidenza, e che si chiamava Karim, assicurò me e mia moglie che la stanza massaggi era pulitissima e che sarebbe stato lui stesso a fare il massaggio rilassante che mia moglie aveva intenzione di fare. A quel punto dato l’insistenza di Sissi non potetti che acconsentire. Karim ci diede un appuntamento nel pomeriggio e ci salutammo. Nel pomeriggio puntuali ci recammo al negozio e accompagnai mia moglie all’interno della sala massaggi che era una sala piena di tappeti, incensi e musica etnica , con tendaggi e con un lettino al centro. Mi disse Karim che il massaggio sarebbe durato 1 ora e che se io volevo, potevo andare a fare un giro nel mercato e che, se fossi tornato prima, potevo rientrare dalla porta posteriore del negozio , che era sempre aperta e accomodarmi nella saletta che era nell’ingresso. Salutai Sissi e uscii. Dopo una mezzora di contrattazione nel negozio di tappeti acquistai 2 tappeti che mi feci spedire al Riad e ritornai al negozio di massaggi. Entrai dalla porticina che era socchiusa e mi accomodai in sala di attesa , dopo pochi minuti sentendo solo la musica e non sentendo alcuna voce, titubante aprii la porta che dava nell’altra stanza e mi avvicinai alla tenda che era socchiusa nella stanza massaggi . Mi si parò davanti una scena che mi scioccò, vidi mia moglie completamente nuda a pancia sotto che era massaggiata da Karim sulla schiena e sui glutei, immediatamente pensai di entrare ma vedendo mia moglie con tutta quella bella roba fuori e toccata lascivamente da un uomo arrapato, mi accorsi che iniziavo ad eccitarmi . Non avevo mai visto Sissi toccata da un altro uomo all’infuori di me, ma, guardando e vedendo le mani di lui su quelle cosce lunghe quel culo che era un vero sballo e quelle belle tette sode incominciai ad accarezzarmi l’uccello che nel frattempo era diventato durissimo. Karim che stava accarezzando il culo di mia moglie soffermandosi al centro sul buchetto alzò lo sguardo e mi vide, dopo un attimo di paura e stupore notò che mi ero eccitato e mi stavo accarezzando il cazzo e mi sorrise. Mi fece un occhiolino e fece inginocchiare Sissi alla pecorina con il viso sul lettino e con la bocca che gli toccava la patta rigonfia dei pantaloni e con il culo e la sua fichetta umida e aperta rivolta verso di me. Si mise l’indice ed il medio in bocca per lubrificarli con la sua saliva e inizio a penetrarle contemporaneamente la fica e il culo, Sissi tra un incitamento a Karim e un mugolio di piacere, non stava perdendo tempo in quanto accarezzava anche lei la patta di Karim che stava quasi per scoppiare, a quel punto Karim le disse di abbassargli la cerniera dei pantaloni, cosa che mia moglie si affrettò subito a fare e tirò fuori un cazzo enorme che fece fare un’ esclamazione di stupore e piacere a Sissi che iniziò piano piano e con passione a leccare e, come se fosse una maestra esperta, iniziò a fargli un pompino con i fiocchi, (mi chiedevo come facesse a farselo entrare quasi tutto in gola), Karim le disse: sei bravissima succhia tutto che dopo ti arrivo in bocca, ma prima ti voglio scopare rompendoti tutto, lei con un voce tra l’estasiato e l’impaurito le disse si, rompimi tutta. Per prepararla a quel cazzo enorme, Karim le incominciò a spalmare sui due buchetti l’olio del massaggio che aveva affianco, infilando prima davanti e poi dietro le sue dita facendo godere con urla di piacere mia moglie, disse karim , ti piace? godi vero troia? Lo vuoi tutto dentro? lei le rispose, non aspetto altro ( a quel punto Karim le sussurrò una cosa nell’orecchio e lei le rispose con un filo di voce, se ti piace fallo anche li’) e capii che Karim voleva farle proprio tutto, si preparava ad abusare anche del suo culetto, la cosa dato le dimensioni del cazzo di Karim mi riempi’ di orrore, ma a qual punto io ero eccitatissimo e mi piaceva vedere quella puttana di mia moglie cosa sarebbe stata capace di fare. Karim tolse il cazzo grondante di saliva dalla bocca di Sissi e si mise dietro appoggiando quel palo di carne sulla fichetta di Sissi e guardando nella mia direzione con perversione e mentre io osservavo la scena inizio’ a penetrarla, nel vedere quel cazzo enorme che spariva nella fica di mia moglie, che entrava e usciva e lei che godeva ad ogni colpo che le dava Karim io arrivai sborrando come non mi era accadeva da anni ma non ebbi il tempo di riprendermi che mi venne subito una nuova erezione, nel vedere che Karim stava preparandosi ad incularla, per entrare nello stretto buchetto posteriore di Sissi Karim le allargo’ prima i glutei, poi le appoggiò la bocca sul culetto e inizio’ a massaggiarlo con la lingua insalivando ben bene il buchetto, poi dopo aver appoggiato quella enorme cappella sul buco del culo, incomincio’ ad entrare, a quel punto Sissi incomincio’ ad urlare di dolore ma Karim incurante e con cattiveria perversa (certamente sapendo che io stavo masturbandomi nel vedere quella scena) continuo’ ad entrare fino a quando tutto il suo enorme cazzo spari’ nel culo di mia moglie che incominciava a godere mugolando e urlando dicendo che era una troia e che stava impazzendo dal piacere implorando a Karim di non smettere, ma a quel punto Karim che era prossimo all’orgasmo tolse l’uccello dal culo di Sissi e sporco come era lo mise difronte alla sua bocca che continuava a godere come una troia , Karim le disse che stava per arrivare e continuando a masturbarsi da solo chiese a Sissi di aprire la bocca mentre lui incomincio a riversarle in gola un enorme quantita’ di sperma che Sissi diligentemente si affrettare ad ingoiare, mentre Karim le aveva inserito 2 dita nella figa già provata e masturbandola con violenza la faceva continuare a godere. Finito l’orgasmo Sissi prese l’uccello di Karim in mano e lo incomincio’ a pulire leccandolo dalle palle alla punta .A quel punto anche io ero sfinito, mi ricomposi e ritornai in sala di attesa. Dopo qualche minuto uscirono entrambi e mia moglie come se non fosse accaduto nulla mi salto’ al collo e mi diede un bacio sulla guancia dicendomi che il massaggio era stato splendido. Salutammo Karim che ci fece promettere che saremmo ritornati in Marocco (l’indomani saremmo partiti) e rientrammo al Riad. L’indomani durante il volo di rientro a casa ripensai a quelle scene che avevo visto che mi avevano turbato, fatto soffrire ma tremendamente eccitato e mi chiesi se fossi mai stato mai piu’ capace di vedere Sissi come una moglie normale, oppure se fosse stata per sempre l’oggetto dei miei desideri perversi. Chissa’ e poi …in Marocco ci si puo’ sempre ritornare…. Anche perchè a Sissi le avrebbe fatto certamente piacere.

0% (0/6)
 
Posted by syssy2000
10 months ago    Views: 101
Comments (1)
Reply for:
Reply text
Please login or register to post comments.
9 months ago
bel racconto, molto eccitante