la prima volta con mia madre 2


Quando facemmo quella fantastica scopata io e mia madre era di venerdì quindi per i due giorni successivi non potevamo rimanere da soli, in quanto mio padre era a casa,ma io e la mamma ci lanciavamo degli sguardi d’intesa cercando di non farci vedere da mio padre,era chiaro che non vedevamo l’ora di farci un’altra scopata,e fu così che passo il fine settimana.
Essendo estate il la domenica sera uscii con gli amici e tornai a casa che erano le cinque del mattino,ero distrutto da un fine settimana di divertimenti, mi stesi sul divano in cucina a guardare un po’ di televisione rimanendo solo con i boxer faceva un caldo,ma mi addormentai sul divano con la televisione accesa.
Mentre dormivo ad un certo punto mi svegliai perché mia madre mi stava succhiano il cazzo,immaginate che bel risveglio,e dissi oh mamma mi piace come mi hai svegliato succhia dai che bello e lei mi disse e da due giorni che ho voglia di scopare con te,e riprese a succhiare e leccare il mio cazzo in tiro per il dolce risveglio e quel fantastico pompino,mentre continuava a succhiare io mi misi seduto e lei si inginocchio davanti a me continuando a succhiare e leccare il cazzo e vidi che si stava sditalinando dissi mamma sei in calore stamattina vedo e lei senza togliere il cazzo dalla bocca fece segno di si con la testa,poi si tolse il cazzo dalla bocca e lo mise tra le tette iniziando una bella spagnola,poi le riprendeva in bocca lo leccava,ad un certo punto eccitato e voglioso di sbatterglielo in figa,mi alzai la presi la stesi sul tavolo mi misi le sue gambe sulle spalle puntai il cazzo contro la figa fradicia e con un colpo deciso lo misi dentro lei comincio a fare dei gemti di goduria mentre io la scopavo con foga avevo troppa voglia della sua figa,lei comincio a dire mi stai sfondando ed io avevo voglia del mio cazzo vero troia e lei si tanta sbattimi così Michele,ed io la sbattevo sempre più forte e lei gedeva e diceva sono la tua troia fottimi dai,e mentre diceva così disse vengo e godette sul mio cazzo io lo tolsi dalla figa e glielo sbattei nel culo tanto era pieno dei suoi umori, e gli dissi lo volevi nel culo vero e lei si tutto mi piace sentirlo nel culo inculami mi piace ed io davo dei colpi sempre più forti, lei godeva gridava inculami sfondami il culo ed io non me lo facevo ripetere finche non sentii che stava godendo mi disse sto per venire,anche io stavo sul punto di esplodere e dissi anche io mamma sto per venire e lei mi disse inondami il culo, e venni nel suo culo mentre lei veniva di nuovo godemmo nello stesso momento fu bellissimo,lei si alzo e disse vado a lavarmi.
Andò in bagno e mentre si lavava a me venne di nuovo il cazzo duro avevo aspettato due giorni per quella scopata andai in bagno con il cazzo in tiro e mentre lei era seduta sul bidè si stava asciugando, gli dissi succhialo ti voglio ancora e lei mi disse sei ancora eccitato vieni ci pensa mamma, e lo riprese in bocca e comincio a succhaerlo di nuovo gli dissi fermati la portai di nuovo sul divano e gli dissi impalati sul mio cazzo lei non se lo fece ripetere si prese il cazzo e se lo rinfilò in figa cavalcando come una cavallerizza e godendo del cazzo di suo figlio e dicendo sto scopando con mio figlio che bello mi piace e venne di nuovo a quel punto fece una cosa che non pensavo facesse si girò di spalle mi prese il cazzo si sedette sempre su di me e se lo infilo nel culo fu stupendo per me sentire il cazzo che entrava nel culo in quel modo era una cosa che non avevo mai provato le mie amiche dicevano che così faceva troppo male,e cominciò ad andare su e giù mentre si sditalinava la figa dicendo che bello il cazzo di mio figlio nel culo mentre mi sto sditalinando mi sento una vera troia ed io gli dicevo e quello che sei una troia,ti piace sentire il mio cazzo nel culo vero e lei si mi piace,ma ad un certo punto la tolsi la feci inginocchiare per terra con la faccia sul pavimento mi misi da dietro puntai il cazzo sul culo e la inculai, volevo sbatterla come dicevo io con forza e lei gridava gemeva diceva che bello mi stai sfondando il culo sei un maschio vero e tu una troia dicevo io e sempre colpi più forti decisi,volevo farla impazzire e pompavo quel fantastico culo finchè ad un certo punto lei non c’è la fece più e godette come una vacca gridando sto venendo che bello io anche stavo per venire gli tolsi il cazzo dal culo la feci inginocchiare e gli venni sulla faccia inondandola con il mio sperma e godendo alla grande lei aveva tutta la faccia piena di sperma,io gli dissi pulisci il mio cazzo dallo sperma e lei prendendolo in bocca me lo ripuli poi con le dita prendeva quello che aveva in faccia e si leccava le dita.
Leccato tutto lo sperma mi disse mi hai scopata alla grande mi hai fatto sentire vera,mente una troia ed io quello che sei vero mamma.
Continuammo a scopare per altri sette anni ogni volta che ero in ferie e poi di comune accordo decidemmo di non farlo più,ma quest’estate e successa una cosa che mi ha spinto a raccontarvi questa mi esperienza d’i****to.
.erano ormai nove anni che io e mia madre non scopavamo più o altro come deciso insieme,anche se all'inizio fu dura sicuramente per me ma credo anche per lei.
Ma quest'estate è successa una cosa che mi ha portato a raccontarvi tutto,adesso io ho 41 anni e mia madre ne ha 64 lei è ancora una bella donna non sembra abbia quell'età.
Quel giorno stranamente eravamo rimasti soli a casa,ed io mi andai a fare la doccia,come al solito non chiudevo mai la porta del bagno,ero a casa mia e quindi non ne vedevo il motivo,mi spogliai e mi feci la doccia escii bagnato dalla vasca da bagno e mi ero asciugato già quando entra mia madre
Cosa che succedeva quindi non ci pensai a questo,si avvicina alla vasca e mi dice Michele non dire niente,ed io di cosa mamma,lei mi toglie l'asciugamano e senza dire niente mi prende il cazzo in bocca e comincia a succhiarlo,immaginate la mia reazione il cazzo subito in tiro e non sapevo cosa dire ma ormai lei succhiava ed a me piaceva la cosa,in fondo erano nove anni che non succedeva,ma non mi feci problemi e comincia a godermi quel favoloso pompino,ad un certo punto mi dice siediti sulla vasca io lo faccio e lei mi riprende il cazzo in bocca,lo succhiava poi lentamente con la punta della lingua saliva pian piano dalla radice del cazzo fino alla punta leccava la cappella e risucchiava di nuovo,questa cosa la fece un po' di volte poi ad un certo punto si prese il cazzo tutto in bocca e comincio a succhiarlo senza mai lasciarlo con una bella velocità sembrava non volesse lasciare quel cazzo,ad un certo punto io non c'è la feci più e sentii che stavo per venire allora gli presi la testa gli spinsi tutto il cazzo in bocca fino alla radice e tenendo la testa così gli sborrai tutta la sborra in gola,e lei bevette tutto senza perdere una goccia,mi pulli tutto il cazzo dalla sborra e si alzo e senza dire niente si girò e se ne andò. Io rimasi scioccato un minuto non sapevo cosa fare o dire ma il pensiero di quel pompino mi fece diventare di nuovo il cazzo duro allora uscii dal bagno lei era in camera da letto andai da dietro e senza dire una parola mi avvicinai, lei era con una vestaglia gli alzai la vestaglia spostai gli slip e glielo sbattei dentro in figa che era fradicia di umori la zoccola aveva goduto nello sponpinarmi,e cominciai a pomparla e lei mi disse mi stai scopando di nuovo ed io è quello che volevi e davo dei colpi assestati con tanta forza lei comincioa dire si volevo il tuo cazzo scopami sono sempre la tua zoccola ed io si sei sempre la mia zoccola e pompavo dei colpi sempre più forti e lei gridava mi stai sfondando la figa ed io si te la sfondo zoccola e davo colpi forti volevo farla godere come una maiala,ad un certo punto sentii che si stava dimenando di più e capii che stava venendo e cominciai a dare colpi più forti finche lei non grido che stava sbrodolando gridandomi vengo tesoro godo,io dopo che lei era venuta tirai il cazzo fuori dalla figa e glielo rimisi in bocca e dissi succhialo ancora zoccola e lei lo fece dopo un po di pompate gli dissi inginocchiati sul letto lei lo fece gli andai da dietro e gli dissi ora ti faccio ancje il culo e lei mi disse si incula la mamma ed io senza farmelo ripetere due volte gli puntai la cappella sul suo buco e glielo sbattei dentro con forza lei fece un gridolino di dolore,e io gli dissi ti ho fatto male da quanto non lo prendi in culo e lei da nove anni ma ti prego continua ad incularmi non fernarti ed io non mi tirai indietro e gli sondavo quel fantastico culo che nonostante l'età era rimasto sempre un culo da favola,gli stavo letteralmente sfondando il culo e lei godeva come una vacca e gridava Michele mi stai sfondando il culo che bello non fermarti continua e vedevo che mentre l'inculavo si toccva la figa finche non urlo che stava venendo e sentii che la sua figa colava come una fontana,e continuavo ad incularla perché ancora non mi sentivo di venire allora gli tolsi il cazzo dal culo e mi stesi sul letto dicendogli vieni tu sopra mamma,io immaginavo che si mettesse il cazzo in figa girandosi verso di me ma vedo che mi da le spalle e gli dico che stai facendo mamma e lei voglio ancora il cazzo nel culo e detto questo prende il cazzo con due dita e se lo mette nel culo cominciando a cavalcare e gridando lo sento tutto nel culo ,poi non parlava e mugolava e io gli dissi ti stai leccando le tette dea sola zoccola e vero e lei continuando a cavalcare mi disse di si con un cenno della testa poi continuava a dire mi stai sfondando il culo e andava su è giu senza mai rallentare il ritmo,gridava che bello ho il tuo cazzo nel culo mi sento il culo sfondato finche lei grido che stava venendo dicendo sbrodolo che bello.
A quel punto io gli dissi togliti ora vogli venire io e lei mi disse come, ed io mi sedetti sul letto e gli dissi inginocchiati e fammi venire tra le tue tette,lei obbedì si inginocchio mise il cazzo tra le sue tette quella fantastica sesta misura e comincio a farmi una stupenda spagnola finche io non gli venni tra le sue tettone,lei mi pulì il cazzo con la bocca.
Il gli dissi mamma come mai hai deciso di fare questa cosa pensavo non dovevamo più farlo ma lei mi disse la tentazione e stata forte non ho saputo res****re non dirmi che non volevi non mi è sembrato anzi ed io gli dissi ma no e stata una scopata fantastica e lei mi disse spero che lo rifacciamo prima che finiscano le ferie ed io gli dissi contaci ci baciammo ed io andai a rifarmi una doccia.
73% (9/3)
 
Categories: Taboo
Posted by sukh1122
3 years ago    Views: 1,035
Comments
Reply for:
Reply text
Please login or register to post comments.
No comments