Celibato

Mi dovevo sposare. Anzi ero ormai prossimo alle nozze..
Un mio amico, puttaniere come me, pensò bene di organizzarmi un super addio al celibato. Raccolse quanto dovuto dagli altri amici e si diede da fare per la sorpresa...Nella sorpresa volle entrarci anch'egli. Se io ero un porco, lui mi superava. Solo che non sapevo ancora bene come... Eravamo andati spesso a divertici, ed un paio di volte il divertimento era sfociato in un'orgietta mercenaria. Eravamo dei buongustai... Quella sera mi venne a prendere. C'era la cena dell'addio al mio celibato.
Andammo in un ristorante di collina. Un posto caratteristico, eravamo in 15, il casino era assicurato.
Dopo abbondante libagione, dopo aver fatto gli sfigati con un gruppetto di donne al tavolo accanto, e dopo aver cantato, eravamo esausti e brilli. Salutate le donne che se ne andavano essendo ormai era l'una passata, non si sapeva che fare. O meglio, i miei amici lo sapevano bene.
"Ora ti farai bendare e verrai via con noi...sta al gioco e ti divertirai".
Va beh, tanto ero mezzo brillo. Fui bendato e fatto salire su un auto. Ero con il mio amico Simone. Non sentivo altre voci.
Il viaggio fu abbastanza breve. Simone mi fece scendere ed entrare non so dove... Sentii delle voci, un odore di cera..delle mani che mi frugavano. "Della figa" pensai.. Una lingua mi ispezionò il lobo destro, una mano si infilò sotto la camicia e mi accarezzò il ventre,una lingua mi baciava, un'altra mano andò alla patta... Insomma mi sentivo circondato. In breve fui denudato, ma non mi fu tolta la benda che mi impediva di vedere. Fui spinto delicatamente verso un letto, poi fui scaraventato sullo stesso. Improvvisamente una fitta al capezzolo. Un morso..Ebbi un'erezione immediata.. Qualcuno mi girò e poco dopo una lingua percorreva il mio interno coscia, poi sù fino al culetto...che bello! Ora una lingua mi sollazzava...Ed arrivò improvvisa una frustata!! Male. "Che cazzo...".
Stai buono. Era Simone.. Poi qualcosa di umido,duro e consistente...pareva..un cazzo!!
Mi girai di s**tto e tolsi la mascherina.. Due meravigliose bionde, con seni fantastici...e due cazzi pazzeschi..
"Simone ma che cazzo hai fatto?".
Ma non potei dire altro.Una delle due bionde, quella con i capelli sciolti, mi rifilò un ceffone violento.
Rimasi basito. E subito dopo, mi tirò i capelli e mi fece abbassare.. Che voleva... Mi trovai di fronte un serpente enorme, con una cappella rosso fuoco...e cattive intenzioni. "Baciamelo, troia..". Il tono non ammetteva repliche, e di fianco vidi Simone sbocchinare l'altra bionda, con i capelli raccolti a treccia, anch'essa molto ben dotata. Mi arrivò un altro schiaffone in pieno viso
"Ho detto che me lo devi baciare, troia ! ".
Mi spinse la cappella mostruosa verso la bocca che si aprì. Che situazione surreale...Per quanto fossi porco mai avrei pensato di ciucciare un cazzo.. O era quello che in fondo volevo: provare qualcosa di nuovo.Non era male, solo faticoso da ingoiare... Anzi praticamente impossibile.. La bionda mi tirò forte i capelli e così facendo facilitò il mio lavoro. La cappella era entrata in bocca tutta d'un botto !! Allora ero una troia, matematico. Spingeva e rischiavo di soffocare...ma non aveva pietà, in breve mi trovai con il cazzo in gola e questa spingeva come un assatanata..Improvvisamente una lingua mi frugava il buco del culo, un altro schiaffone mi impedì di girarmi. Era bello sentire quella lingua che si infilava nel buchetto...mentre una mano mi segava... Intanto la bionda con i capelli sciolti continuava imperterrita a scoparmi la bocca
"Hai visto che troia che sei? Aveva ragione il tuo amico...ora ci divertiremo..".
Non sapevo se fosse una promessa o una minaccia...lo imparai subito. Un dito mi frugò il buchetto, poi diventarono due..e una bocca caritatevole mi sbocchinava. Era l'altra bionda, quella con la treccia. Chiusi gli occhi e mi concentrai per non venire, visto che la stimolazione anale ed il bocchino erano sapienti.. Intanto continuavo ad avere un cazzone in bocca, una salivazione da far schifo, e qualche conato di vomito quando la cappella mi raschiava la gola. Poi il cazzo uscì dalla mia bocca, potei respirare a pieni polmoni...ma...ahiiiaaa...il cazzone stava per rientrare in me, ma da un altro buco.. "No, il culo no!".
Acqua fresca. Due mal rovesci ed un tirotto ai capelli mi bloccarono. L'altra bionda mi prese le braccia e sentii la cappella che si faceva strada. "Senza crema perché ti voglio fare male, sei una troia cattiva che non merita niente".
Mi sembrava di bruciare. Il dolore era pazzesco e nemmeno il bocchino dell'altra bionda mi aiutava. Poi con una botta secca, ed un dolore pazzesco, entrò la cappella ed un bel pezzo di cazzo... Si fermò un attimo, le pulsazioni erano a 1000. Mi sentii bloccare le spalle e via, al galoppo partì la mia prima inculata da passivo..Che male e che umiliazione. Davanti a Simone che rideva mentre si segava. L'altra bionda si menava il cazzo,enorme, più grande di quello già pazzesco che mi sodomizzava.
"Stai pronto che poi mi diverto anch'io..".
Un pò alla volta il dolore calò fino a cessare completamente e far spazio ad un leggerissimo piacere.
A quel punto fui ribaltato e mi trovai a cavalcare il palo da sopra. La bionda con la treccia mi venne sopra e mi sbattè il suo mostro in bocca, o meglio, quel che rimaneva della mia bocca purché ormai sembrava una figa slabbrata.. Sotto mi sembrava di avere un toro arrapato che mi sfondava, sentivo le pareti anali come stracciarsi sotto l'impeto e la massa di quel magnifico membro..Poi sentii caldo, e bagnato, quindi la sborra che scendeva dal culo.Finalmente il grido liberatorio. Aveva sborrato e mi trovavo allagato.. Mi buttò via come uno straccio...presi fiato e mi accasciai di lato...ma subito un altro cazzo premeva. Ed entrò come nel burro. Era ancora più largo del precedente ma ormai il mio culo era apertissimo, e pulsava di piacere. Mi trovai impalato fino alle palle, con schiaffoni, pizzicotti e sputi. La bionda con la coda di cavallo era s**tenata e mi fece a pezzi, mi divise in due, sentivo le ossa scricchiolare, aprirsi.. Ero fuso in lei, mi sentivo il burro tagliato da una lama rovente..
Ero diventato una troia proprio alla vigilia del mio matrimonio.Che beffa !! Mi segai e sborrai schizzando fino alla fine del letto...
La bionda alzò il ritmo, poi si sfilo e mi schizzò un litro di latte in faccia...Avevo gli occhi,il naso, la bocca ed i capelli ricoperti di crema bianca, di latte di toro..da monta... Finalmente mi accasciai sul letto esausto..
Mi ero divertito ed avevo scoperto un nuovo mondo, grazie a quel maiale di Simone che aveva ripreso tutta la scena.
"Così lo farai vedere alla tua cara mogliettina e vi ar****rete, magari lei ti inculerà con uno strap on..".
Meglio nascondere quella cassetta pensai fra me e me.. Con Veruska e Paula ci vedemmo altre volte, e fu sempre FIESTA..
100% (2/0)
 
Posted by gavinosanna
6 months ago    Views: 781
Comments
Reply for:
Reply text
Please login or register to post comments.
No comments